L’ampliamento del confine digitale – Il 2017 per le aziende connesse, Previsione #2

Il cambiamento globale verso un’economia digitale ha sconvolto i modelli di business tradizionali e ha attribuito nuova importanza ad una componente della rete aziendale – il confine digitale. In Equinix, vediamo che il confine digitale sta diventando sempre più importante nel 2017. Perché? Perché per competere come azienda digitale, le organizzazioni devono ri-architettare l’IT per il digitale al confine delle loro reti, in cui i mondi fisici e virtuali si incontrano.

Nel nostro mondo interconnesso, il confine digitale è dove sono i vostri utenti, dove si producono i vostri dati e le applicazioni sono condivise. Le tecnologie SMAC (social, mobile, analytics e cloud) si mescolano insieme qui. Gli insight on-demand, abilitati dall’esplosione dei Big Data e dalle analitiche predittive in tempo reale, sono accessibili e gestiti lì. Ed è anche il luogo dove le aziende si impegnano in tempo reale con i clienti sulla base di quegli insight. Per competere in modo efficace, tutti questi servizi devono essere tolti da silos aziendali e integrati in una nuova piattaforma di business digitale sul confine digitale.

Le aziende che si affidano a architetture IT aziendali tradizionali e centralizzate, in questa nuova era sono in una posizione di grave svantaggio. Oggi, le aziende sono interdipendenti e basate su cloud. Esse si affidano a un’interconnessione istantanea e sicura tra loro solo per completare le attività aziendali di base. Essi devono collaborare in comunità e abilitare la connettività superiore tra i loro dipendenti dispersi, i partner e gli utenti in tutto il mondo. I loro vecchi modelli non funzionano oggi per diversi motivi, tra cui:

  • Le leggi della fisica. Minore è la distanza tra i servizi IT aziendali e gli utenti finali, minore è la latenza e migliore è l’esperienza dell’utente. E con le aspettative delle prestazioni degli utenti finali a un livello più alto, la priorità deve essere la vicinanza tra le persone, i luoghi, il cloud e i dati, non una rete di backhaul aziendale.
  • La necessità di collegare cloud multipli. L’adozione del cloud sta accelerando, e IDC afferma che nel 2017, l’85% delle aziende si impegnano ad avere architetture multi-cloud. Questo significa che i confini aziendali devono estendersi al di fuori delle quattro mura dell’azienda, al confine. Ma questo è impossibile quando un’azienda è bloccata da silos e reti legacy che non possono arrivarci.
  • La sicurezza dei dati. Per le aziende impegnate in un modello IT tradizionale, la mobilità degli utenti di oggi, unita alla necessità di instradare il traffico tra questi utenti ad un impianto IT centralizzato, crea una superficie di attacco notevolmente ampia che è estremamente difficile da mantenere al sicuro.

Il modello di confine è l’unico che risolve tutti questi problemi, e lo fa attivando l’interconnessione prossima alle risorse e ai servizi IT. Il rapporto di Gartner, The Edge Manifesto, suggerisce che il modello di confine può essere eseguito spostando i dati, le applicazioni ed i loro centri dati al confine attraverso i centri di colocation.

Lo stesso rapporto definisce anche le considerazioni principali per localizzare i nodi di

interconnessione sul confine:

  • Geografia, la più alta concentrazione di utenti. Muovendosi vicino agli utenti, risolve il problema della distanza, e con essa, le preoccupazioni per l’alta latenza.
  • Gravità, la presenza e la concentrazione di partner desiderabili. Quei partner essenziali che dovrebbero includere certamente gli ecosistemi densi di operatori di rete e fornitori di cloud necessari per costruire un’architettura multi-cloud, così come partner specifici del settore in altri ecosistemi di business digitali.
  • L’ultimo miglio, dove effettivamente siete connessi. Interconnessione diretta e vicina all’ultimo miglio riduce la complessità della rete e dei costi, ed offre anche la connettività più sicura che ci sia.

Nella sua essenza, un modello di confine mette l’interconnessione con le persone, il cloud, la posizione e i dati. Un’azienda per avere successo come digital business, in realtà non può essere in altro modo.

In Equinix, i nostri clienti stanno sfruttando una strategia di implementazione del confine chiamata Interconnection Oriented Architecture™ (IOA™). Si tratta di un modello di engagement ripetibile e dimostrato che sposta l’architettura fondamentale di delivery IT da centralizzata e in silos a interconnessa e distribuita. Questo pone l’interconnessione prima, mette al primo posto gli utenti, e solo Plorm Equinix ™ offre le componenti fondamentali per implementare una strategia di IOA.