5 Previsioni per il Business Digitale nel 2019

Mentre la trasformazione digitale ha il potenziale di velocizzare notevolmente le prestazioni aziendali a lungo termine, ci troviamo di fatto in un periodo estremamente delicato per quanto riguarda il digitale. Sebbene il digitale metta a disposizione una quantità enorme di nuove possibilità, la maggior parte delle aziende stanno sperimentando le difficoltà dovute alla complessità dell’IT ibrido.

Le aziende di oggi operano con tecnologie digitali che devono essere perfettamente integrate con le infrastrutture IT esistenti per ottimizzare processi di business, agilità e capacità di espansione. Esse prevedono un incremento del numero di dispositivi connessi ai margini della rete che andranno a generare montagne di dati, aumentando la quantità delle possibili minacce alla loro organizzazione, mentre continuano a crescere gli obblighi in materia di sicurezza dei dati.

Noi di Equinix abbiamo un punto di vista unico su queste dinamiche e una visione specifica di ciò che verrà. Per oltre 20 anni abbiamo ascoltato attentamente i nostri clienti e abbiamo innovato per risolvere le loro sfide digitali e realizzare i loro sogni. Oggi questa esperienza ci pone al centro del percorso digitale di circa 10.000 clienti in tutto il mondo: aziende e fornitori di servizi che sfruttano la potenza dei nostri ecosistemi aziendali e IT e che costruiscono sulla nostra piattaforma di interconnessione globale le proprie infrastrutture pronte per il digitale.

Stiamo lavorando con i nostri clienti in tutto il mondo per costruire il data center del futuro, spianando il cammino per l’interconnessione e l’innovazione di prossima generazione, inclusi i nuovi servizi per l’infrastruttura di applicazione, la sicurezza e i dati. E mentre aziende e leader tecnologici si avvicinano ad un altro anno di trasformazioni digitai ad alto rischio, con le grandi decisioni che queste comportano, diamo uno sguardo più da vicino alle tecnologie che avranno il maggiore impatto sul business digitale nel 2019.

Previsione #1: aprire la strada alla promessa del 5G
Le reti wireless ad alta velocità di domani, velocizzeranno la trasformazione della rete di oggi

Quasi ogni settore ha il potenziale per beneficiare delle infinite possibilità del 5G, la prossima evoluzione delle architetture di rete wireless. Il 5G, non riguarda solo connessioni dati più veloci e migliore esperienza on-line, ma è soprattutto una questione di ripensare a ciò che è possibile. Futuristiche visioni di città intelligenti, auto senza conducente, interventi di chirurgia robotica a distanza, sembrano improvvisamente a portata di mano.

McKinsey non si aspetta una diffusione su larga scala del 5G fino agli inizi del 2020. Le imprese devono prima affrontare la trasformazione della rete richiesta dal 5G.[i]Questo include la creazione di infrastrutture ai margini della rete che possano davvero sfruttare la velocità del 5G e gestire in modo uniforme e affidabile le applicazioni sensibili alla latenza. Le esistenti reti di telefonia mobile dovranno essere riprogettate e ricostruite nell’intera azienda.

Ci aspettiamo che i nostri clienti aumenteranno significativamente i propri investimenti nel 5G nel 2019 per riprogrammare le esistenti infrastrutture di cellulari e costruire nuove architetture per l’hosting di reti 5G, incluse reti radio con architettura cloud. Prestazioni e ottimizzazione dei costi saranno fondamentali per preparare il terreno al 5G e vediamo vettori di rete che stanno iniziando a capitalizzare su hardware di rete basato su open-source e stack di rete wireless virtuale.

 

Previsione #2: cavalcare l’aumento delle architetture di intelligenza artificiale distribuita
Le architetture di intelligenza artificiale (IA) di prossima generazione saranno libere da postazioni centralizzate

L’IA continuerà a farsi strada nelle nostre attività e nella vita personale, spingendo la produttività a livelli mai visti. Secondo una ricerca di PwC, l’IA stimolerà il PIL mondiale a crescere del 14% entro il 2030, per una somma pari a 15.700 miliardi di dollari.[ii]

Dato che sempre più dati vengono generati, elaborati ed analizzati ai margini della rete, ci aspettiamo di vedere un impatto diretto sulle architetture di IA. I modelli di costruzione e di inferenza dell’IA non sono più limitati a posizioni centralizzate. Nel 2019 ci aspettiamo di vedere applicazioni di IA più distribuite in prossimità dei margini della rete, dove vengono generate grandi quantità di dati.

Le aziende avranno maggiore bisogno di accedere a dati esterni per migliorare la precisione delle previsioni del proprio modello di IA, e questo porterà all’acquisto e alla vendita di dati in mercati di dati più sicuri. Le aziende eviteranno anche di rimanere bloccate in un singolo cloud, sfruttando l’innovazione dell’IA in più cloud pubblici. In definitiva, le aziende che utilizzano architetture di IA di prossima generazione dovranno passare a un modello distribuito con più data center.

Previsione #3: “sbloccare” la catena
Una “rete di reti” farà maturare la blockchain favorendo una maggiore monetizzazione e protezione aziendale

Come avevamo previsto lo scorso anno, le reti private di blockchain hanno compiuto significativi progressi nel 2018, quando le aziende hanno iniziato a tentare di capitalizzare i vantaggi di velocità, basso costo e sicurezza dei propri sistemi. Con l’incessante ondata di violazione di dati, questo approccio innovativo per la verifica dell’identità e tutela della privacy ha rappresentato un punto di svolta, in particolare nel settore dei servizi finanziari.

Molte delle principali società di consulenza, aziende e cloud al mondo, si stanno muovendo in anticipo per risolvere problemi di business reali utilizzando la blockchain. IDC prevede che entro il 2022 gli investimenti nella tecnologia blockchain raggiungeranno 11,7 miliardi di dollari.[iii]

Nel 2019, ci aspettiamo di vedere più aziende unirsi a reti di blockchain multiple, particolarmente nei settori della catena di distribuzione, della finanza, del governo e della sanità. Questa convergenza alla fine creerà una “rete di reti” che stimolerà nuove opportunità e richieste per responsabili di IT e aziende. Loro saranno alla ricerca di modi per sfruttare le reti di blockchain quando le prestazioni delle applicazioni business-critical e gli aggiornamenti delle transazioni in tempo reale non saranno negoziabili. E dovranno integrare reti di blockchain multiple con le loro applicazioni preesistenti, rendendo i portali di blockchain sempre più comuni nel 2019.

Previsione #4: destreggiarsi nel labirinto della riservatezza dei dati
La modifica delle leggi sulla protezione dei dati e una maggiore attenzione alla riservatezza ispireranno procedure di sicurezza più progressive e distribuite

Lo spostamento globale delle aziende verso il cloud sta portando ad un ulteriore verifica in tema di sovranità e protezione dei dati di clienti e aziende. Dato che quest’anno il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) ha trasformato in legge le restrizioni sulla privacy dei dati, molte agenzie governative di altri paesi hanno seguito l’esempio dell’Europa redigendo normative più severe in materia di privacy. Ci sono più aziende e fornitori di SaaS che ricorrono a mini-cloud in più regioni per conservare i dati a livello locale e rispettare le normative. Avranno anche la necessità di architetture di gestione distribuita dei dati che supportino la rete globale e la massa di dati per gestire in modo coerente questi ambienti di cloud distribuiti e integrarli nelle infrastrutture IT esistenti.

Per ridurre le violazioni della privacy e mantenere il controllo sui propri dati, nel 2019 prevediamo che le aziende si concentreranno su nuove tecniche di gestione dei dati, come la crittografia omomorfica, che permette di eseguire calcoli su dati crittografati senza richiedere l’accesso alla chiave di sicurezza.

E nel 2019 faranno il loro ingresso nel mercato anche nuovi approcci che consentiranno ai consumatori di utilizzare algoritmi (ad esempio, finanziari, di rischio, di analisi della sicurezza) dove sono posizionati i dati del provider (data center in colocation, privati o neutrali) e applicarli sui dati senza doverli decrittare. Quest’anno abbiamo introdotto una tecnologia di virtualizzazione basata su un modulo di sicurezza hardware (HSM): Equinix SmartKey™. Si tratta di un cloud-agnostico, HSM-as-a-service a Equinix che mantiene le chiavi di crittografia dei dati separate dai dati archiviati in locale o nel cloud, impedendo a fornitori di servizi o malintenzionati di “sbirciare” i dati di un’azienda. Equinix SmartKey gioca un ruolo fondamentale nel garantire la sicurezza dell’accesso ai dati attraverso infrastrutture ibride/multicloud.

Previsione #5: sfruttare l’interconnessione per domare la complessità del cloud
Gli ambienti multicloud ibridi faranno aumentare l’importanza dell’interconnessione

I fornitori di cloud privati stanno prendendo alcune parti del programma del cloud pubblico e stanno lavorando per facilitare la distribuzione e la gestione del cloud, rendendo al contempo più conveniente per le aziende la distribuzione di queste soluzioni in siti di terze parti. Allo stesso tempo, la maturazione della tecnologia di virtualizzazione/container e la standardizzazione dei formati di container (ad esempio, Docker) e della tecnologia di orchestrazione (ad esempio, Kubernetes) fanno aumentare gli ambienti ibridi/multicloud come architettura aziendale prescelta.

Secondo RightScale, oltre l’80% delle aziende operano in ambienti multicloud che possono avere fino a cinque diverse piattaforme cloud.[iv] Per mantenere la flessibilità e scegliere il cloud giusto per il lavoro giusto, le aziende stanno sempre più evitando di vincolarsi a un unico fornitore di cloud. Per esempio, desiderano essere in grado di memorizzare i dati privati in locale o in data center neutrali in colocation mentre accedono a servizi di elaborazione o applicazioni da più cloud pubblici. Le infrastrutture ibride/multicloud spingono anche la richiesta per una maggiore interconnessione privata tra aziende, cloud e fornitori di IT, con una crescita stimata della larghezza di banda d’interconnessione del 98% l’anno tra il 2017 e il 2021, secondo il Global Interconnection Index, uno studio di mercato pubblicato da Equinix.

Con l’aumentare delle aziende che esplorano soluzioni SaaS, IaaS e PaaS da più fornitori di cloud, le architetture di cloud stanno diventando infinitamente più complesse. E una maggiore complessità porta a maggiori preoccupazioni per quanto riguarda la sicurezza, l’integrazione e la gestione di architetture ibride/multicloud, in particolare ai margini della rete. Questo è il motivo per cui abbiamo continuato a innovare Equinix Cloud Exchange Fabric™(ECX Fabric™), la nostra soluzione di interconnessione per venire incontro ai problemi di complessità del cloud dei nostri clienti. ECX Fabric è progettata per espandibilità, agilità e connettività su un portale self-service o API, dove attraverso una singola porta fisica, le aziende e i fornitori di servizi possono connettere infrastrutture distribuite ed ecosistemi digitali su Platform Equinix® (direttamente, in modo sicuro e dinamicamente) attraverso un’interconnessione globale e software-defined. ECX Fabric consente inoltre l’accesso remoto a diverse piattaforme cloud attraverso più aree metropolitane.

In attesa di un futuro più interconnesso

I rapidi progressi della tecnologia porteranno a un continuo miglioramento di velocità, efficienza, sicurezza, intelligenza ed espandibilità del business digitale. Ma le organizzazioni non saranno in grado di godere appieno di questi benefici se non avranno adeguate infrastrutture IT concepite e realizzate in modo da sfruttare l’interconnessione per semplificare la complessità e integrare tecnologie digitali fin dall’inizio.

Siete pronti a sfruttare la prossima generazione di innovazione e di interconnessione per rendere la vostra infrastruttura IT digital-ready per avere successo come business digitale? Per saperne di più su come la vostra azienda può sfruttare l’interconnessione privata per raggiungere qualunque posto, connettersi con chiunque e integrare qualunque cosa, leggete il nostro articolo La visione di Platform Equinix. E tenete d’occhio questo spazio per futuri blog che analizzeranno in dettaglio ognuna di queste previsioni per aiutarvi in questo delicato periodo del digitale, facendovi strada con successo nel 2019!