I provider di servizi digitali costituiscono oltre la metà dell’interconnessione in Europa

Il volume 4 dell’Indice di interconnessione globale vede le telecomunicazioni e i cloud alla guida della trasformazione digitale europea

Matthew George

Sapevate che l’interconnessione continua a crescere anche se l’economia globale rallenta? Questo è evidente in Europa, dove la domanda di servizi hyperscale, di colocation e di cloud continua ad aumentare senza sosta, determinando la necessità di interconnessione – intesa como lo scambio diretto e privato di traffico tra i principali partner commerciali. Secondo l’Indice di interconnessione globale (Global Interconnection Index, o GXI), volume 4, uno studio di mercato pubblicato da Equinix, il traffico di interconnessione in Europa continuerà a crescere a un tasso costante del 45% di crescita annua composta (CAGR) su cinque anni (2019 – 2023), alla pari del tasso di crescita globale. Il GXI vol. 4 stima che entro il 2023 la capacità di larghezza di banda di interconnessione[i] installata a livello mondiale potrebbe raggiungere gli oltre 16.300 Terabit al secondo (Tbps). A quel punto, l’Europa dovrebbe rappresentare il 23% (3.782 Tbps) della prevista larghezza di banda di interconnessione installata a livello mondiale.

PERCENTUALE EUROPEA DELLA LARGHEZZA DI BANDA DI INTERCONNESSIONE GLOBALE ENTRO IL 2023
CRESCITA DELLA LARGHEZZA DI BANDA Di INTERCONNESSIONE EUROPEA (TBPS): 2019-2023

Scopri come i leader digitali si preparano ad affrontare il futuro

GXI Vol. 4 tiene traccia dei cambiamenti nell'economia digitale e del conseguente impatto sul business digitale. Scopri come i leader stanno utilizzando le infrastrutture digitali per alimentare la crescita, dove ciò sta accadendo e come utilizzare l'interconnessione per rimanere competitivi.

Saperne di più
Stunning aerial view at night of the very crowded Hong Kong island streets, Shot above the Sai Yin Pun district

Tendenze che guidano la crescita dell’interconnessione europea

Il GXI traccia, misura e prevede la crescita della larghezza di banda di interconnessione privata necessaria per supportare le aziende che guidano l’economia digitale. Illustra come le principali tendenze globali, aggravate dall’impatto del COVID-19, stiano intensificando più che mai la necessità di infrastrutture digitali. Queste tendenze includono la rapida crescita del business digitale, l’urbanizzazione, i rischi di sicurezza informatica, i volumi di dati e i requisiti di conformità e gli ecosistemi aziendali.

L’Europa è nota per avere alcune delle più severe normative sulla privacy e la protezione dei dati a livello mondiale. Anche se questo non sta cambiando, l’Unione Europea (UE) sta cercando di promuovere la crescita dell’economia digitale in Europa. Nuove politiche, come il Digital Services Act, il Digital Single Market, la Digital Finance Strategy e altre ancora mirano a modernizzare il quadro giuridico dei servizi digitali, a migliorare l’accesso a prodotti e servizi online e a promuovere la crescita delle reti e dei servizi digitali.

Si stanno espandendo anche i consorzi pubblico-privato che sostengono iniziative per rafforzare l’innovazione digitale in Europa. Ne sono un esempio GAIA-X, un progetto volto a sviluppare un’infrastruttura europea di cloud computing in grado di rivaleggiare con i giganti tecnologici statunitensi, il Fondo europeo di intelligenza artificiale (IA) per promuovere un ecosistema di organizzazioni europee che lavorano sulla politica e la tecnologia, e il programma di ricerca collaborativa 5G Public Private Partnership (5G PPP).

Tutte queste tendenze combinate insieme stanno guidando la crescita dell’interconnessione privata in Europa.

I provider di servizi stanno superando tutti gli altri settori industriali in Europa

Prima del COVID-19, la larghezza di banda dell’interconnessione aziendale cresceva più rapidamente rispetto alle implementazioni dei provider di servizi digitali. Ora, questa tendenza si è invertita, poiché i provider di servizi sono cresciuti per poter far fronte all’esplosione della domanda registratasi nel corso della pandemia globale. Molte imprese europee ancora nelle prime fasi della loro trasformazione digitale non sono state in grado di soddisfare le crescenti esigenze degli utenti remoti con la loro infrastruttura on-premise. Con la necessità di adattarsi rapidamente, si sono rivolte a provider di servizi leader nel settore digitale per essere aiutate con infrastrutture digitali più agili all’edge. Di conseguenza, si prevede che entro il 2023 i servizi di telecomunicazione e i servizi cloud e IT combinati comprenderanno oltre la metà (54%), ovvero 2.052 Tbps, della capacità totale di larghezza di banda di interconnessione installata in Europa.

Il settore dei contenuti e media digitali (CMD) stava già passando a una moderna infrastruttura digitale per supportare i flussi di contenuti basati sul cloud, collegare i partner dell’ecosistema dei media e adattarsi a un mercato in rapida evoluzione. L’aumento della domanda di intrattenimento online durante la pandemia di COVID-19 ha solo accelerato la trasformazione digitale per le aziende del settore CMD. Il secondo trimestre di quest’anno ha registrato un aumento dei contenuti in streaming del 63% a livello globale, mentre in Europa – dove molti paesi sono stati soggetti a un confinamento rigoroso – l’aumento è stato sbalorditivo: pari al 134%.[i] I servizi video-on-demand in abbonamento sono saliti vertiginosamente grazie al lackdown: Netflix ha guadagnato 7 milioni di nuovi abbonati in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) e Disney+ ha quasi raddoppiato i suoi abbonati a 50 milioni dopo il lancio in Europa e India all’inizio di quest’anno.[ii] Con questo ulteriore aumento degli abbonati generato dalla pandemia, il GXI prevede che quello dei CMD sarà il settore in più rapida crescita in relazione alla larghezza di banda di interconnessione, con un CAGR del 52%.

Si prevede che entro il 2023 telecomunicazioni e cloud rappresenteranno il 54% della capacità di larghezza di banda di interconnessione in Europa.

Ma la disruption sta spingendo avanti anche altri settori industriali

Il GXI illustra anche come i settori industriali che non hanno tradizionalmente guidato l’adozione del digitale stiano ora intensificando le loro attività a causa di improvvise richieste generate dalle misure di confinamento adottate dai paesi europei. Il settore pubblico sta mostrando un forte tasso di crescita dell’interconnessione in quanto settori quali sanità, scienze della vita, pubblica amministrazione e istruzione hanno dovuto rispondere all’urgente necessità di aumentare i servizi digitali come la telemedicina, i servizi pubblici e l’apprendimento online durante la pandemia globale. In Europa, il settore sanità e scienze della vita dovrebbe essere il secondo settore in più rapida crescita con un CAGR del 49%, mentre il settore pubblica amministrazione e istruzione è al terzo posto con un CAGR del 47%.

Il crescente bisogno di servizi di telemedicina e di assistenza a distanza sta ponendo la sanità e le scienze della vita al secondo posto tra i settori in più rapida crescita, con un CAGR del 49%.

L’interconnessione sta alimentando la leadership digitale

In Europa, le aziende stanno rapidamente implementando e ampliando le proprie infrastrutture digitali e l’interconnessione sulla Platform Equinix® per accelerare il proprio vantaggio commerciale in un mondo in rapido cambiamento. Possiamo citare alcuni esempi di questa leadership digitale:

  • Un provider leader nel settore dei servizi automibilistici connessi, che offre servizi telematici nel Regno Unito, aveva bisogno di un modo più veloce e sicuro per espandere i propri servizi a livello globale. La linea dedicata Integrated Services Digital Network (ISDN) che utilizzava nel suo paese d’origine non avrebbe funzionato per altri paesi. Spostando la propria infrastruttura IT verso il digital edge sulla Platform Equinix – più vicino a cloud, reti, partner e clienti – l’azienda è stata in grado di accelerare la propria strategia incentrata sul cloud. L’azienda si è connessa in modo virtuale e sicuro ad Amazon Web Services (AWS) per i dati dei veicoli e li indirizza ai gestori delle chiamate sulla rete dell’operatore di telecomunicazioni BT. Di conseguenza, l’azienda è stata in grado di migliorare la larghezza di banda di oltre 1.000 volte e di ridurre al minimo la latenza, garantendo al contempo la sicurezza attraverso collegamenti dedicati.
  • Red Bee Media, azienda leader mondiale di servizi multimediali, ha ampliato la propria connettività sulla Platform Equinix in tutta Europa per supportare la crescita del proprio Channel Store, dove migliaia di ore di contenuti live sono aggregate da più fonti sulla rete di Red Bee. Utilizzando un approccio basato sull’interconnessione per consentire a proprietari e distributori di contenuti di commercializzare e fornire contenuti live multi-formato in tempo reale, Red Bee ha implementato un’architettura ibrida multicloud per supportare i flussi di contenuti, aumentare la vicinanza agli utenti e acquisire l’agilità necessaria per adattarsi a un panorama in rapido cambiamento. Oggi, il Channel Store offre oltre 1.000 canali attivi con un catalogo di oltre 10.000 canali che possono essere attivati rapidamente in qualsiasi momento.

Il GXI volume 4 fornisce un’analisi di oltre 450 implementazioni realizzate dai clienti Equinix in tutto il mondo e di loro 4.500 progetti. Potete confrontare la vostra “prontezza digitale” con questi leader per vedere come progettare e implementare un’infrastruttura digitale che sfrutti l’interconnessione per creare il vostro vantaggio strategico.

Per saperne di più, leggi il GXI volume 4.

 

Ecco altre interessanti letture:

(eBook) Powering Digital Leaders: Harnessing Your Digital Infrastructure to Gain Business Advantage

GXI Vol. 4 Global Findings

GXI Vol. 4 North America Findings

GXI Vol. 4 Asia-Pacific Findings

GXI. Vol. 4 Latin America Findings

 

 

[i] La larghezza di banda di interconnessione è definita come la capacità totale fornita al traffico di scambio privato e diretto, con un insieme diversificato di partner e provider, presso punti di scambio IT distribuiti all’interno di data center di colocation carrier-neutral.

[ii] Conviva, The State of Streaming, Conviva’s State of Streaming Infographic – Q2 2020.

[iii] The Verge, Disney Plus surpasses 50 million subscribers, aprile 2020; BBC News, Netflix gets 16 million new sign-ups thanks to lockdown, aprile 2020.

Matthew George
Matthew George Director, Segment Marketing, EMEA